Log in

22.12.2018 IL RISULTATO DEI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI IN TECNICA LIBERA - COPPA ITALIA SPORTFUL

ELISA BROCARD E STEFANO GARDENER CAMPIONI ITALIANI IN TECNICA LIBERA - COPPA ITALIA SPORTFUL

 

A Valdidentro, in occasione dell’Opa Cup si sono disputati i primi campionati italiani assoluti della stagione, 15 km individuale in tecnica libera per i senior maschi e 10 km per le donne. Elisa Brocard (Cs Esercito) e Stefano Gardener (Cs Carabinieri) sono i nuovi campioni italiani e scrivono il loro nome nell’albo d’oro degli assoluti, Anna Comarella (Gs Fiamme Oro) e Mikael Abram (Cs Esercito) vincono negli Under 23.

Elisa Brocard è soddisfatta per il risultato: “Sono molto contenta di essere qua anche se forse in vista del Tour de ski era bene stare un po’ a casa ad allenarsi e recuperare, però ci tenevo tanto a partecipare al campionato italiano, lo dovevo al Centro Sportivo Esercito, poi è arrivata la vittoria quindi sono ancora più contenta. La gara oggi è andata bene fin da subito, sono partita regolare ma mi sono trovata in testa anche se di pochi secondi sulla francese Faivre Picon e poi ho visto che man mano che passavano i chilometri il distacco su di lei aumentava, non ho ceduto nonostante sentissi le gambe indurite dalla gara di ieri ma direi che hanno tenuto bene fino alla fine.”

Medaglia d’oro ad Elisa Brocard (Cs Esercito) che ha chiuso nel tempo di 25:28.6, 2a Lucia Scardoni (Gs Fiamme Gialle) a 56.3 e 3a Ilaria Debertolis (Gs Fiamme Oro) a 1.00.4. Tra le Under 23 il titolo è andato ad Anna Comarella (Gs Fiamme Oro) nel tempo di 26.43.2, 2a Francesca Franchi (Gs Fiamme Gialle) a 19.5 e 3a Cristina Pittin (Cs Esercito) a 38.0.

Stefano Gardener è contento per il suo primo titolo italiano assoluto: “Questa è la mia prima medaglia negli assoluti in generale. I primi giri ho preferito partire tranquillo vista la lunga salita da fare sei volte, era il caso di tenere e non esagerare, ho avuto un calo tra il terzo e quarto giro però negli ultimi giri sono riuscito a recuperare quei secondi che mi hanno fatto vincere questo titolo davanti al mio compagno Claudio Muller, sono contento anche per lui e in generale bene perché una ventina di secondi dal primo che è il tedesco Katz direi che è positivo.  È stato un buon inizio, ho fatto 36° a Davos, devo ancora lavorare molto però sono contento anche per il mio Gruppo Sportivo per il supporto che non mi fa mai mancare e per l’ottimo lavoro, voglio ringraziare anche la famiglia che è sempre presente a sostenermi.”

Stefano Gardener (Cs Carabinieri) ha vinto il titolo italiano ed è giunto sesto assoluto nella prova di Opa Cup, ha chiuso nel tempo di 36:04.0, 2° Claudio Muller (Cs Carabinieri) distanziato di 9.6 e 3° Manuel Perotti (Gs Fiamme Gialle) a 36.5.

Tra gli under 23 il titolo va a Mikael Abram (Cs Esercito) che ha fermato il cronometro sul tempo di 36:53.0, 2° Simone Daprà (Gs Fiamme Oro) a 3.8 e 3° Paolo Ventura (Cs Esercito) a 23.5.