Log in
updated 4:29 PM CET, Nov 13, 2018

12.08.2018 LA NAZIONALE DI SKIROLL IN RADUNO IN VALLE D'AOSTA

  • Pubblicato in News

LA NAZIONALE DI SKIROLL IN RADUNO IN VALLE D'AOSTA

Testo e foto Flavio Becchis

Si è concluso il raduno di tre giorni della Nazionale di skiroll in Valle d'Aosta.

Gli atleti convocati dal Direttore Tecnico Michel Rainer e sotto la guida del responsabile degli allenatori Emanuele Sbabo sono giunti ad Aosta nella tarda mattinata di venerdì 10 agosto.

Il gruppo ha soggiornato presso la Caserma delle Forze Armate Cesare Battisti di Aosta ed ha svolto tre allenamenti sul circuito di Rapy presso il comune di Verrayes che nel 2002 ospitò la staffetta dei Campionati Mondiali di skiroll.

Sabato 11 agosto nella mattinata il gruppo è stato affiancato dagli atleti del Comitato Asiva che hanno svolto un allenamento in tecnica classica sulla strada che da Gressan arriva fino a Pila.

Nel pomeriggio insieme ai ragazzi dello sci club Amis de Verrayes hanno fatto un allenamento per preparare al meglio le prove sprint, in vista delle prossime prove di Coppa del Mondo che si svolgeranno in Russia a Khanty Mansiysk e poi a Trento ed in Val di Fiemme nel mese di settembre.

Questa mattina l'ultimo allenamento è stato fatto nuovamente a Rapy con lavori prima in tecnica classica e poi in tecnica libera con una particolare attenzione verso le volate.

Al termine del raduno Emanuele Sbabo è soddisfatto:

"Un weekend sicuramente positivo, il gruppo ha reagito molto bene a tutti gli stimoli proposti e ai programmi di allenamento.

La scelta logistica è stata vincente, sia per l'utilizzo della caserma Cesare Battisti di Aosta, ma anche per i percorsi utilizzati durante gli allenamenti. Ottimo il lavoro svolto sabato mattina sulla salita verso Pila e di qualità nei due giorni di sabato e domenica.

Si è instaurato un forte spirito di squadra e di appartenenza con un clima sereno e disteso, i ragazzi sono sempre stati molto partecipi ai vari momenti.

Abbiamo posto la nostra attenzione in parte sulle tecnica ma anche su tanti altri aspetti.

Andiamo sereni in Russia. I ragazzi, nonostante il breve weekend, hanno dimostrato che insieme possono allenarsi bene. Sono estremamente soddisfatto sotto tutti i punti di vista.""